Vaccinarsi in gravidanza è utile anche ai bimbi per i primi mesi

Il vaccino contro l’influenza fatto in gravidanza protegge anche il nascituro, almeno nei primi sei mesi di vita.  A sostenerlo uno studio realizzato dalla Johns Hopkins Bloomberg School of Public Health di Baltimora, negli Usa, e presentato dalla rivista Archives of Paediatrics and Adolescent Medicine.

Gli studiosi hanno esaminato un campione di 160 donne incinte (una parte delle quali aveva ricevuto il vaccino) nel corso dell’ultima stagione influenzale.  Controllando poi lo stato di salute dei bimbi nati, si è visto che i figli delle donne vaccinate avevano il 44% in meno di probabilità di contrarre il virus e anche i ricoveri dei bimbi colpiti dall’influenza non superavano il 39%.

'Questo risultato - spiega Angelia Eick - conferma che oltre a proteggere la mamma il vaccino protegge anche al bambino, proprio nel periodo in cui non potrebbe riceverlo'.

In seguito all'ultima pandemia di H1N1 si è visto  che le donne in gravidanza sono quattro volte più a rischio rispetto agli altri. Negli Usa quest'anno il vaccino antinfluenzale, che contiene anche il ceppo dell'H1N1, verrà offerto anche alle donne che aspettano un figlio.

» Archivio articoli su: Vaccinazioni