Giornata mondiale contro l'ictus cerbrale

Venerdì 29 ottobre si celebra la Giornata Mondiale contro l'Ictus Cerebrale con l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica su questa malattia che oggi si può e si deve prevenire e per convincere i cittadini che è un loro diritto ricevere cure adeguate ed efficaci.
L’ictus in Europa rappresenta la prima causa di disabilità a lungo termine, la terza causa di morte; si stima che ogni 20 secondi una persona è colpita da ictus cerebrale. Di questa malattia si contano ogni anno 650.000 vittime.

Nel corso del World Stroke Day sarà possibile effettuare visite gratuite e screening del rischio nei principali ospedali delle città coinvolte dall’iniziativa. In Italia le iniziative vedranno il coinvolgimento delle società scientifiche sia della Federazione ALICE Italia Onlus, - Associazione per la lotta all'Ictus Cerebrale che raccoglie la voce dei pazienti e delle famiglie, coordinando le omonime Associazioni regionali, presenti in ogni regione italiana.

In occasione di questa IV edizione, l’A.L.I.Ce. Italia Onlus in collaborazione con Università di Firenze Dipartimento di Scienze Neurologiche e Psichiatriche e Censis, presenterà oggi presso il Salone Centrale del Policlinico Umberto I la ricerca "I costi sociali e i bisogni assistenziali dei malati di ictus cerebrale" condotta nell'ambito di un progetto Ccm che analizza il vissuto, i bisogni e i costi sostenuti dalle famiglie dei pazienti colpiti da ictus cerebrale.

---------

» Archivio articoli su: Cardiovascolare