Rapporto Osmed: in aumento consumo farmaci

Gli italiani spendono sempre più soldi per comprare i farmaci. Nei primi dieci mesi dell’anno la quantità di medicinali assunti è stata di 954 dosi ogni mille abitanti, rispetto a cinque anni fa il 20 per cento in più. I farmaci cardiovascolari sono quelli che vanno per la maggiore, il 47 per cento del totale. Tra i primi trenta principi attivi, infatti, 19 rientrano nei medicnali per l’apparato cardiovascolare. E’quanto emerge dal Rapporto Osmed (Osservatorio Nazionale sull’impiego dei medicinali) dell’Istituto Superiore di Sanità.

In crescita rispetto al 2009, sia le ricette (+3,3 per cento), che le confezioni (+3,1 per cento), le dosi (+3,8 per cento), la spesa farmaceutica (+0,8 per cento).

Complessivamente sono stati spesi 9,7 miliardi di euro, circa il 4 per cento in più del 2005. Al Sud si spende di più, mediamente oltre 180 milioni di euro. La Calabria è in testa con i suoi 201 milioni.

La regione più virtuosa è stata la provincia autonoma di Bolzano, che ha speso 113,5 milioni di euro.

Oltre ai farmaci cardiovascolari, i farmaci più acquistati sono quelli dell’apparato gastrointestinale (16 per cento) e del metabolismo (14 per cento). E’ cresciuto anche il consumo dei farmaci dermatologici (+9,3 per cento), gastrointestinali (+7,7 per cento) e del sistema nervoso centrale (+4,3 per cento).

“Siamo in presenza di un fenomeno stabilmente in crescita negli ultimi anni – ha spiegato Roberto Raschetti, epidemiologo dell’Istituto Superiore di Sanità e responsabile del Rapporto Osmed - a cui fa fronte una diminuzione generalizzata dei prezzi dei farmaci pari al 3,3%”.

 

» Archivio articoli su: Farmaci