Viviamo di più ma non sempre in buona salute

Se è vero che la possibilità di un 65enne di sopravvivere fino a 85 anni si è raddoppiata, passando dal 20 al 40 per cento, è vero anche che si è ridotta la qualità degli anni in più guadagnati. A sostenerlo uno studio condotto dall’University of Southern California di Los Angeles.

In pratica, il numero medio di anni in cui una persona può vivere in buona salute si sta riducendo ogni anno di più, dal 1998. Rispetto ad un 20enne di dieci anni fa, il 20enne di oggi dovrà vivere un anno in più da malato. Si riducono inoltre gli anni da vivere in piena autonomia. Un 20enne di oggi sarà costretto a vivere 5,8 anni con problemi motori, un 20enne di dieci anni fa era destinato a viverne 3,8. Per i ricercatori, è vero che negli anni siamo stati più bravi a diminuire la mortalità ma non certamente a prevenirle.

» Archivio articoli su: Varie - Curiosità