Non è colpa nostra se siamo spinti verso i cibi più calorici

Noi occidentali siamo condannati per natura ad essere attratti dai cibi grassi. Per i ricercatori dell’Universita' di Aberdeen, in Scozia esiste infatti un neurotrasmettitore, la galenina, che nei popoli occidentali, da millenni, spinge verso i cibi ricchi di grassi e calorie (dolci, alcol, patatine etc) e che ha influenzato in maniera ridotta l’appetito nelle popolazione asiatiche.

''La spiegazione – per Alasdair MacKenzie, che ha firmato lo studio - e' genetica'' , ma in parte è dovuta all'evoluzione. ?I nostri antenati per combattere il freddo gelido e contrastare i ghiacci delle inospitali regioni europee di una volta, hanno sviluppato una predilezione per gli alimenti più calorici. Per questo – ha concluso MacKenzie - ''birra e latticini sono importanti fonti di calorie durante i mesi invernali''.

 

» Archivio articoli su: Alimentazione