Gli acquisti migliori si fanno accompagnati dal buonumore

Brutte notizie per chi utilizza lo shopping come antidepressivo. Secondo una ricerca realizzata dagli studiosi dello Skidmore College, della University of New Hampshire e del Virginia Polytechnic Institute and State University (Usa), le scelte più azzeccate si fanno quando si è felici. Gli esperti hanno realizzato un esperimento scientifico manipolando l’umore dei partecipanti. Per farli sorridere hanno mostrato loro fotografie di cuccioli, poi per farli intristire di persone malate. Dopo questa 'induzione affettiva', hanno fatto vedere ai partecipanti immagini di oggetti comuni e una lista di aggettivi positivi o negativi da abbinare. Quelli di buon umore hanno fatto le scelte più coerenti e durature negli abbinamenti richiesti, suggerendo che il benessere psicologico rende anche più lucidi e razionali nelle scelte di oggetti.
     
"Questi dati saranno utili ai negozianti - suggeriscono gli autori - perché mostrano che basta un commesso scortese per mettere di cattivo umore il cliente e rompere l'equilibrio che la felicità può donare a chi fa shopping".

--

» Archivio articoli su: Benessere