Un pieno di frutti di bosco fa bene alla salute


Per le loro virtù terapeutiche, i frutti di bosco conquistano sempre più spazio sulle nostre tavole. Fragoline, more, mirtilli e lamponi sono infatti ricchi di polifenoli, vitamina C, potassio, antocianine; aiutano a prevenire gli effetti dell’invecchiamento, sono alleati delle ossa, salvaguardano le funzioni cognitive e la salute cardiovascolare. "Oltre poi ad avere attività antiossidanti (e cioè a proteggerci dai radicali liberi), alcune di queste sostanze - afferma Daniele Del Rio, ricercatore e docente di Alimentazione e nutrizione umana all’Università di Parma - riducono l'infiammazione, altre possono migliorare l'elasticità dei vasi sanguigni o ridurre i danni che la glicemia alta (magari dopo un pasto abbondante) può provocare a vari livelli”.?I frutti di bosco selvatici - continua -  sono più ricchi di polifenoli rispetto a quelli di serra, che - però - costituiscono lo stesso un’ottima fonte di fibre e polifenoli. Ma “per capire se questi composti sono davvero capaci di prevenire in maniera consistente le patologie croniche o di migliorare significativamente la performance cognitiva (e in che dose manifestano appieno la loro azione) - conclude il ricercatore - ci vorrà tempo”.

 

» Archivio articoli su: Alimentazione