Ictus: ritmo e musica favoriscono la riabilitazione

Utile per la riabilitazione del dopo ictus nei soggetti colpiti, potrebbe essere la musico-terapia. Ci sono infatti terapisti musicali specializzati in tecniche che stimolano le funzioni cerebrali e aiutano a migliorare le prestazioni dei pazienti. Un metodo comune è la stimolazione ritmica uditiva (ras), basata sulle relazioni tra ritmo e movimento, dove la musica di un particolare tempo è utilizzata per stimolare il movimento nel paziente.

Si è giunta a questa conclusione dopo aver analizzato sette piccoli studi in cui sono state coinvolte 184 persone. Dalle ricerche è emerso che la terapia ras ha migliorato la velocità di cammino di circa 14 metri al minuto, facilitato i pazienti ad effettuare passi più lunghi e migliorato il movimento delle braccia con una maggiore estensione del gomito.

''Questi risultati - spiega il coordinatore dello studio Joke Bradt - ci incoraggiano. Crediamo che il ritmo sia il fattore primario dell'approccio basato sulla musico-terapia per curare l'ictus''.

Lo studio è stato pubblicato sulla rivista 'Cochrane Systematic Review'.

» Archivio articoli su: Cardiovascolare