Giornata Mondiale contro l’ICTUS

 

Promossa dalla World Stroke Organization, sabato 29 Ottobre si celebra nel mondo la VII Giornata Mondiale contro l’ICTUS Cerebrale. La parola d’ordine di quest’anno è “ONE IN SIX”, per spiegare che - indipendentemente dall’età o dal sesso - nel mondo 1 persona su 6 avrà un ictus, nell’arco della sua vita.
?Dati alla mano: l’ictus colpisce ogni 2 secondi una persona. In Europa, rappresenta la prima causa di disabilità a lungo termine, la seconda di demenza, la terza causa di morte nei Paesi del G8.
Solo in Italia colpisce ogni giorno circa 660 persone, 200.000 ogni anno: 40.000 di queste muoiono entro breve termine, più di 40.000 perdono la loro autosufficienza.

Nel corso della giornata sarà possibile effettuare visite gratuite e screening gratuiti della pressione arteriosa e della fibrillazione atriale presso 3000 farmacie italiane aderenti all’iniziativa promossa dalla Federazione A.L.I.Ce. Italia Onlus che, anche quest’anno, conferma il suo impegno a favore della prevenzione ictus. Perché l’ictus è è una patologia che si può prevenire e curare.

 “L’obiettivo delle nostre iniziative è quello di far emergere informazioni chiare e approfondite su questa patologia. Ciò che emerge nella popolazione, infatti, è la scarsa conoscenza di cosa sia un ictus, come si manifesti e quanto sia importante il ricovero in ospedale il prima possibile – afferma la professoressa Maria Luisa Sacchetti – Presidente Onorario della Federazione A.L.I.Ce. Italia Onlus e neurologa vascolare presso l’Azienda Ospedaliera del Policlinico Umberto I di Roma. E’ quindi molto importante realizzare campagne informative, che coinvolgano anche le fasce più giovani della popolazione e che veicolino le informazioni sull’ictus nella maniera più corretta, mettendo le persone in grado di gestire questo aspetto della propria salute senza inutili allarmismi, ma anche con la necessaria serietà”.

 

» Archivio articoli su: Ictus