Il Ministro Fazio dice no alle cravatte in corsia

Il Ministro della Salute, Ferruccio Fazio, si scaglia contro le cravatte indossate dai medici sotto al camice. Ha spiegato che sono una fonte di infezione, la maggior che esista sul corpo. Il problema- secondo il Ministro - sta nel fatto che l’indumento rimane sempre lo stesso, anche se cambiato tutti i giorni non viene mai lavato e non si può sterilizzare ogni volta.

In Italia non è previsto un provvedimento che vieti di indossare la cravatta ai medici ospedalieri. Invece in Gran Bretagna già dall'inizio del 2008, sono in entrate in vigore delle severissime linee-guida sull’abbigliamento da adottare in corsia. Oltre alle cravatte hanno soppresso camicie a maniche lunghe, gioielli e orologi. I tradizionali camici poi sono stati sostituiti da quelli a maniche corte, ed è stato stabilito l’obbligo di lavare e sterilizzare le mani frequentemente, per prevenire il diffondersi di infezioni, e l'isolamento di pazienti che contraggono lo stafilococco aureo meticillina-resistente (MRSA, Methicillin Resistant Staphylococcus Aureus) o il Clostridium, responsabili del più alto numero di infezioni contratte in ospedale.

“Un approccio coordinato riguardante tutti i fattori rilevanti, come ad esempio il codice d'abbigliamento, le norme igieniche e le politiche di isolamento, è più probabile che abbia successo”, dichiara Vivienne Nathanson della British Medical Association.

 

» Archivio articoli su: Varie - Curiosità