Pillola contraccettiva meno efficace per donne in sovrappeso

La pillola contraccettiva sembra che perda parte della sua efficacia in donne che hanno qualche chilo in più. Ciò però non avviene per altri anticoncezionali come il cerotto.

Esaminando i risultati di sette studi inerenti l’efficacia della pillola su donne in sovrappeso, i ricercatori dell’Università del North Carolina sono giunti alla conclusione che l’elevato peso corporeo possa rappresentare una barriera contro l’efficacia della pillola anticoncezionale, comportando molte gravidanze indesiderate.

In uno dei sette studi le donne con un indice di massa corporea (BMI) superiore a 25 che facevano uso di contraccettivi orali manifestavano un rischio più alto di gravidanze inattese rispetto alle donne normopeso. In altri due studi, tuttavia, l’indice di massa corporea non risultava essere un fattore determinante nel ridurre l’efficacia della pillola anticoncezionale, che risultava invece ridotto nel caso di peso corporeo elevato.

L’indice di massa corporea (BMI) corrisponde alla quantità di adipe di una persona mentre il peso corporeo riflette le dimensioni del corpo, spiega Laureen Lopez, tra gli autori dello studio. Perciò, al momento, non vi sono evidenze che un’elevata presenza di grasso corporeo diminuisca l’efficacia della pillola anticoncezionale.

» Archivio articoli su: Ginecologia