Il riso integrale diminuisce il rischio di diabete

Mangiare riso integrale, rispetto a quello bianco, riduce il pericolo di diabete fino al 36%.  Ad affermarlo uno studio pubblicato sulla rivista Archives Of Internal Medicine. La ragione, secondo Qi Sun, che ha condotto lo studio, sarebbe da ricondurre alla perdita di vitamine e nutrienti a cui va incontro il riso nel corso del processo di lavorazione e che interessa, soprattutto le fibre e gli antiossidanti che si trovano nella superficie esterna del chicco.

Per la ricerca sono stati utilizzati i dati raccolti sulle abitudini alimentari di circa 40 mila uomini e 160 mila donne per un periodo di tempo compreso tra i 14 e i 22 anni. Da ciò è emerso una differenza sostanziale nell’incidenza di diabete di tipo 2 tra coloro che consumavano riso bianco o riso integrale. Uno dei problemi principali, secondo Qi Sun, è che il consumo medio di riso integrale è più basso nella popolazione e soltanto negli ultimi anni questo alimento è diventato più popolare anche grazie ai suoi elevati valori nutrizionali. “Passare da riso bianco al riso integrale è così semplice”, hanno concluso i ricercatori, che invitano a inserire il riso integrale e altri cereali nella dieta di tutti i giorni.

» Archivio articoli su: Diabete