Vernici e solventi chimici pericolosi alla salute

Stare a contatto quotidianamente con vernici e solventi chimici può danneggiare la salute. A dimostrarlo è una ricerca pubblicata sulla rivista Occupational and Environmental Medicine, secondo cui i pittori che esercitano la professione per lavoro e gli imbianchini possono incorrere in un rischio di tumore alla vescica tre volte in più rispetto a chi fa altro nella vita.

“Non sappiamo quali prodotti chimici siano legati all’incremento dei casi di cancro alla vescica”, ha dichiarato l’autrice dello studio Neela Guha, dell’Istituto Internazionale per la Ricerca sul Cancro di Lione, in Francia.

I ricercatori, però, hanno dei sospetti nei confronti delle ammine aromatiche, sostanze chimiche che si trovano nelle vernici e nel tabacco delle sigarette.

Dopo aver preso analizzato  40 studi realizzati in passato per un totale di 3000 casi di tumore della vescica a danno di imbianchini e pittori professionisti, gli esperti sono giunti alla conclusione che esercitare questi mestieri implica un rischio di tumore ai danni di quest’organo tre volte superiore rispetto alla norma.

Le persone che svolgono quotidianamente questo tipo di lavoro da più di 10 anni sono maggiormente esposte al pericolo rispetto a chi lo fa da meno anni,  spiega la ricercatrice, e il rischio addirittura sembra essere ancora più elevato nelle donne che praticano questo mestiere.

“Adesso abbiamo abbastanza evidenze per affermare che gli imbianchini sono a maggior rischio di queste patologie”, conclude Neela Guha, che nella sua ricerca ha tenuto conto anche del principale fattore legato al rischio di cancro alla vescica: il fumo di sigaretta.

» Archivio articoli su: Varie - Curiosità