Vaccino anti-hpv anche per i maschi e le donne fino ai 45 anni

 

A breve la vaccinazione contro il papilloma virus potrebbe essere estesa anche alle donne fino ai 45 anni e ai maschi. A darne notizia Sergio Pecorelli, presidente Aifa durante la conferenza sul futuro della Scienza in corso a Venezia.

Attualmente a goderne gratuitamente sono le bambine fino ai 12 anni, il vaccino è raccomandato nelle donne fino ai 26 anni d’età.

Pecorelli ha sottolineato come in Italia la campagna vaccinale abbia raggiunto una copertura del 53% della popolazione interessata. In Europa – continua ancora Pecorelli - si è prossimi alla registrazione del farmaco con l'indicazione estesa alle due nuove fasce.

In ogni caso, presto il Consiglio superiore di sanità darà parere sulla vaccinazione per gli uomini. Certo l’impegno dell'Aifa in merito a campagne di prevenzione e informazione nelle scuole.

Vaccinare maschi e donne adulte va benissimo, ma priorità va sempre data alle donne giovani, “il veicolo principale dell'infezione, dando precedenza a loro, proteggendo questa categoria si limitano i contagi anche nelle altre''. E’ Genoveffa Franchini, ricercatrice italiana del National Cancer Institute di Bethesda, in Usa, a sostenerlo sempre nel corso della stessa conferenza.

Per gli esperti il vaccino contro il papilloma virus rappresenta uno dei successi principali nella prevenzione dei tumori provocata da agenti infettivi e, per questo, va esteso anche ai paesi in via di sviluppo, dove – conclude la Franchini – “è la causa principale di morte per le donne”.

» Archivio articoli su: Vaccinazioni